San Valentino: una festa nota in tutto il mondo

La festa di san Valentino è una giornata speciale e come tale ha origini lontane, addirittura risalenti all'epoca Romana.

I Lupercali appunto, erano riti che andavano dal 13 al 15 Febbraio. Legati al ciclo della natura e delle stagioni con usanze che furono poi bandite dalla Chiesa, prevedevano un cerimoniale di purificazione.

Nel 496 d.C. il cattolicesimo istituì al loro posto la ricorrenza per il culto del martire Valentino che fu decapitato, secondo la Chiesa, per aver celebrato un matrimonio cristiano, motivo per cui diventa per tutti il patrono dell' amore.


È attorno al 1800 che viene divulgata l'usanza di scambiarsi biglietti con simboli romantici soprattutto nei paesi anglosassoni, tanto da essere prodotti su scala industriale.



Nei diversi paesi del mondo, la festività ha assunto diversi toni, come ad esempio in Giappone dove sono le donne ad offrire cioccolatini anche fatto il casa e non necessariamente ai loro fidanzati, e il mese successivo, durante il White day saranno ricambiate dagli stessi con del cioccolato bianco.

Questa è un'occasione per dichiarare il proprio amore o semplicemente confermare un'amicizia.

Un'usanza particolare la possiamo trovare in Olanda e nel Regno Unito, paesi in cui si inviano biglietti in anonimato e soprattutto tanti fiori. Quella del non firmarsi è un'usanza che risale al XVII secolo ed è dovuta alla rigida educazione che ricevevano i giovani che non apprezzava uno scambio di attenzioni eccessivo tra ragazzi.

Le donne non sposate al contrario, spruzzavano acqua di rose su cinque foglie di alloro che posizionavano sul loro cuscino e rivolgevano al santo martire una preghiera per farle incontrare l'amore.

proprio nel Regno Unito che la ricorrenza prende forma così come la conosciamo. I famosi bigliettini, si dice, nascano con il Duca d'Orleans che, durante il suo periodo di prigionia, inviava messaggi d'amore a sua moglie definendola "mia Valentina" in riferimento all' Amleto di Shakespeare. proprio nel Regno Unito che la ricorrenza prende forma così come la conosciamo. I famosi bigliettini, si dice, nascano con il Duca d'Orleans che, durante il suo periodo di prigionia, inviava messaggi d'amore a sua moglie definendola "mia Valentina" in riferimento all' Amleto di Shakespeare.






1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Dopo la scelta dell’abito non meno importante per qualunque sposa è il pensare agli accessori giusti da indossare durante il proprio matrimonio. Sono i dettagli a fare la differenza e basta un piccol